Comune di Pieve d'Olmi

 
Piazza XXV Aprile, 8 - 26040 Pieve d'Olmi
Tel: 0372/626131 - Fax: 0372/626349 - PI: 00302850193 - CF: 80003290196
E-Mail: - E-Mail PEC:  

Dati Fattura Elettronica

CODICE UNIVOCO UFFICIO: UF3X9F - NOME UFFICIO: Uff_eFatturaPA - CODICE iPA: c_g647

IMU 2020: RESTANO INVARIATE LE SCADENZE, ANNULLATO IL POSTICIPO DELLA PRIMA RATA.  
ven. 12 giu. 2020
Il giorno 09/06/2020 si è tenuto il Consiglio Comunale con lo scopo di dare la possibilità ai contribuenti di Pieve d?Olmi in difficoltà a causa del Covid 19 di poter posticipare il pagamento della prima rata IMU dal 16/06/2020 al 16/09/2020. In data 08/06/2020 è pervenuta a tutti i Comuni la risoluzione numero 5 del dipartimento delle Finanze che alleghiamo. Tale documento chiarisce l?impossibilità per l?ente locale della gestione della quota IMU riservata allo stato (0,76%), la cui scadenza sarebbe quindi rimasta al 16/06/2020, rendendo inutile di fatto lo slittamento del pagamento. Per questo motivo e per non indurre in errore il contribuente, che si sarebbe trovato nella condizione di dover pagare subito la quota statale (0,76%), e al 16/09/2020 la quota comunale (0,2%), il Consiglio Comunale con voto unanime ha deciso di ritirare la deliberazione. La scadenza dell?acconto IMU è quindi confermata al 16/06/2020. Calcolo IMU e scadenze Per l'anno 2020 sono previste due rate le cui scadenze sono così stabilite: PRIMA RATA IN ACCONTO: 16 GIUGNO 2020 SECONDA RATA A SALDO: 16 DICEMBRE 2020 Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente di provvedere al versamento dell?imposta complessivamente dovuta in un?unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno 2020. Il versamento della prima rata è pari all?imposta dovuta per il primo semestre applicando l?aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell?anno precedente. Il versamento della rata a saldo dell?imposta dovuta per l?intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote, pubblicato nel sito internet del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell?Economia e delle Finanze, alla data del 28 ottobre di ciascun anno. In sede di prima applicazione dell?imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU per l?intero anno 2019. In allegato la risoluzione n. 5 del Dipartimento delle Finanze.